Caldaie a Condensazione Ariel Energia: Facciamo Chiarezza

Caldaie a Condensazione Ariel Energia: Facciamo Chiarezza

Last Updated on

Qual è la differenza tra una caldaia tradizionale e una caldaia a condensazione?

Decidere per il miglior tipo di caldaia a condensazione per le vostre esigenze individuali può essere difficile. Tuttavia, ottenere le giuste informazioni può semplificare notevolmente il processo decisionale e può permettervi il miglior  prezzo della caldaia a condensazione . Ecco perché all’interno di questo articolo riceverai un corso intensivo sulle caldaie, incluso come trovare i migliori tipi di caldaie a condensazione e fornitori di caldaie .

Nei sistemi di riscaldamento convenzionali (per esempio le caldaie a gas), i gas riscaldati attraversano la superficie di scambio termico della caldaia, trasferendo l’energia generata al sistema di distribuzione del calore come il riscaldamento a pavimento e i radiatori. Successivamente, i gas di combustione vengono rilasciati nell’atmosfera attraverso la canna fumaria della caldaia.

Quindi, una certa quantità di calore viene persa perché, insieme ai gas, una notevole quantità di vapore che si forma durante il processo di combustione viene espulsa. A causa di ciò, il vapore rilasciato trasporta una quantità non sfruttata di energia di evaporazione.

È qui che una caldaia a condensazione diventa la scelta intelligente , ecologica e conveniente rispetto alle caldaie convenzionali in quanto sono in grado di trasformare l’energia di evaporazione in calore.

Semplicemente compilando le tue preferenze personali nel modulo di contatto all’inizio  a di questa pagina, puoi ricevere fino a quattro preventivi  con i migliori fornitori per le tue esigenze individuali. È gratuito e  senza impegno .

Caldaie a Condensazione Ariel Energia: Facciamo Chiarezza

Le caldaie a condensazione possono garantire un tasso di efficienza del 90%

Non solo la caldaia a condensazione è una buona opzione se si è preoccupati della propria impronta di carbonio, ma i produttori di caldaie a condensazione sostengono anche che il tasso di efficienza dei loro prodotti può raggiungere il 98%. Generalmente, le caldaie convenzionali possono raggiungere solo il 70-80% di efficienza.

Queste caldaie ad alta efficienza devono gran parte della loro conversione del calore nella loro camera di combustione. Il modo in cui funzionano è che lo scambiatore di calore estrae non solo il calore derivante dalla combustione del combustibile, ma anche l’energia termica che deriva dalla condensazione del vapore acqueo e la trasferisce all’impianto di riscaldamento della casa.

Utilizzando la terminologia di cui sopra, si può affermare che le caldaie a condensazione offrono il massimo potere calorico in termini di potenza di riscaldamento, mentre le caldaie a gas o elettriche ordinarie forniscono il più basso potere calorifico. Quindi, attraverso la condensazione, la caldaia a condensazione è in grado di fornire un 10% al 15% di efficienza in più .

Per quantificare la differenza tra il potere calorifico più basso e quello più alto per una caldaia a condensazione, è importante tenere in considerazione il tipo di combustibile su cui la caldaia funziona. Per il gas naturale, questa differenza è di circa l’11%. Ciò significa che il grado di efficienza della caldaia può raggiungere il 90-91% in piena condensazione (80% dalla combustione del combustibile e 11% dalla condensazione del vapore).

Le caldaie a condensazione possono garantire un tasso di efficienza del 90%

In uno scambiatore di calore ad alte prestazioni con caldaia a condensazione , i gas rilasciati vengono raffreddati ad un livello di temperatura che è quasi uguale alla temperatura dell’acqua dall’anello inverso. Pertanto, il coefficiente di efficienza si avvicina al 91% e, quindi, raggiunge quasi il limite fisico della caldaia.

La misura in cui la caldaia a condensazione può sfruttare appieno l’energia termica risultante dalla condensazione dipende principalmente dalla data temperatura dell’impianto di riscaldamento.

Più bassa è la temperatura dell’acqua che entra nel condensatore, più efficiente sarà il processo di raffreddamento del gas. Successivamente, l’effetto di condensazione può essere sfruttato al massimo delle sue potenzialità. Pertanto, se si desidera migliorare le prestazioni generali del proprio impianto di riscaldamento, è importante dare maggiore importanza al problema di massimizzare l’effetto di condensazione all’interno della caldaia.

Questa tabella riassume le informazioni sui costi di condensazione di diversi tipi di caldaie. Questo ti darà una migliore comprensione del tasso di efficienza della caldaia a condensazione in termini di ciò che potrebbe apparire sulla tua bolletta energetica.

Come funziona una caldaia a condensazione?

I principi di funzionamento di una caldaia a condensazione sono noti da cento anni, ma il suo uso è diventato possibile solo di recente. Questo perché i produttori di caldaie a condensazione possono ora usufruire dei progressi tecnologici nel campo dell’acciaio inossidabile e del design in lega resistente alla corrosione. Ma come funzionano le caldaie a condensazione?

Al raffreddamento, i vapori d’acqua all’interno della caldaia si trasformano in liquido attraverso il processo di condensazione. Questo rilascia una certa quantità di energia termica.

La condensazione della caldaia avviene in uno scambiatore di calore appositamente progettato , che assorbe il calore e lo passa al sistema di riscaldamento. Mentre in una caldaia convenzionale l’obiettivo è quello di evitare il processo di condensazione, in una caldaia a condensazione questo stesso processo è essenziale per la produzione di calore.

La quantità di calore che può essere generata bruciando un’unità di combustibile, compreso il calore rilasciato dalla condensazione del vapore, è chiamata il più alto potere calorico. La stessa quantità di calore prodotto, senza contare l’energia termica risultante dalla condensazione, è chiamata il più basso potere calorico.

Come funziona una caldaia a condensazione?

Maggiori informazioni sui meccanismi di una caldaia a condensazione

Le caldaie a condensazione hanno un ventilatore incorporato installato vicino allo scambiatore di calore che funziona con un tachimetro. A causa di ciò, le caldaie a condensazione sono dotate di una camera di combustione chiusa collegata a una canna fumaria coassiale attraverso la quale vengono rilasciati i gas di combustione. Il controllo della velocità della ventola aiuta a mantenere un rapporto ottimale di combustione tra aria e gas. Al fine di minimizzare la perdita di calore derivante dal gas di scarico, è importante che lo scambiatore di calore consenta la formazione di condensa di vapore acqueo.

Il processo di condensazione raggiunge il picco quando la superficie dello scambiatore di calore è uguale o inferiore alla temperatura del punto di rugiada . La temperatura del punto di rugiada è l’unità di misura più affidabile per l’umidità e il comfort dell’aria. In condizioni normali, il punto di rugiada per il gas naturale è di circa 57 gradi Celsius. Quindi, affinché la caldaia funzioni in modalità di condensazione , la temperatura del liquido di raffreddamento nel circuito inverso non deve superare 57 gradi Celsius.

Related posts

Pompa di Calore Acqua Acqua

Pompa di Calore Acqua Acqua

I sistemi scaldabagno a pompa di calore (HPWH) estraggono il contenuto energetico da una fonte di calore, solitamente aria, per riscaldare efficacemente l’acqua. A seconda delle temperature dell’acqua fredda e dell’aria ambiente e dei modelli di utilizzo di acqua calda, gli HPWH fanno lo stesso lavoro degli scaldacqua elettrici standard,...

Read More
SpainFrenchItaly