Incentivi Fotovoltaico

0
81

incentivi fotovoltaicoQuando si decide di proseguire con un impianto solare, si tratta di intraprendere un viaggio burocratico e tecnico da non poco. È molto importante sapere più cose possibili su impianti sia termici solari che fotovoltaici. Ormai il mercato offre tantissime possibilità di scelta e moltissime compagnie lottano per la loro fetta del mercato fotovoltaico. Energie verdi e la loro produzione viene stimolata non solo da calo dei prezzi di pannelli solari, ma anche dal fatto che adesso potete usufruire di tantissimi incentivi statali per diminuire impatto economico sul portafoglio di una famiglia Italiana media. Nel seguente articolo parlerò delle agevolazioni che attualmente ci sono in Italia e potrete vedere anche da soli che fotovoltaico conviene.

Agevolazioni Pannelli Solari

Agevolazioni per pannelli solari ci sono in atto da ormai una decina di anni. Ogni anno cambia qualcosa e ci sono sempre nuovi incentivi e i prezzi diminuiscono per pannelli solari. Certe agevolazioni hanno preferito un tipo di impianto e non solo per quello che riguarda la grandezza o la potenza dell’impianto. Vediamo un po’ tutto il discorso su che cosa gira.

L’Agenzia delle entrate con una sua nota ufficiale ha fatto chiarezza sulla querelle aperta qualche tempo fa, in ordine alla possibilità, per chi provvede all’installazione di pannelli fotovoltaici, di usufruire o meno della detrazione fiscale del 50% inerente le ristrutturazioni edilizie generiche.

Qui sotto potete vedere la dichiarazione ufficiale dall’Agenzia delle entrate in merito alla detrazione fiscale pannelli fotovoltaici:

“L’installazione di pannelli fotovoltaici per la produzione dell’energia elettrica può rientrare nell’agevolazione (detrazione IRPEF del 50%), ma in questo caso l’elettricità prodotta non può essere incentivata attraverso il cosiddetto Conto Energia, previsto dal D. M. 5 luglio 2012 (denominato Quinto Conto Energia)”. La detrazione IRPEF del 50% riguardante le ristrutturazioni edilizie generiche, chiarisce inoltre l’AE, spetta non solo ai proprietari degli immobili ma anche ai titolari di diritti reali o personali di godimento sugli immobili oggetto degli interventi. “Ha diritto alla detrazione – aggiunge l’ufficio stampa della AE – anche il familiare convivente del possessore o detentore dell’immobile oggetto dell’intervento di ristrutturazione, purché sostenga le spese e siano a lui intestati bonifici e fatture”.

Per prima cosa, vorrei specificare che nel 2017 conviene ancora parlare di energie verdi, rinnovabili. Pannelli fotovoltaici e energia a emissione CO2 uguale a zero conviene.

Vediamo la Legge di Bilancio 2017 e le conclusioni sugli incentivi e detrazioni fiscali. Nel passato c’era Conto Energia che era il programma del governo Italiano che stimolava tutti gli privati a costruire impianti fotovoltaici ed essere connessi alla rete elettrica per la produzione di energie sostenibili. Questo sistema è stato introdotto nel 2005 con un decreto Ministeriale ed era il primo conto energia regolato poi da altri decreti, ultimo arrivato era il Quinto Conto Energia del 5 luglio 2012.

agevolazioni pannelli solari

Finalmente dopo questi decreti è stato approvato un altro, nel 2017 Legge di Bilancio:

“Approvata Legge di Bilancio 2017: detrazioni 50% e 65% fino al 2018. Per i Condomini: eco-bonus prorogato fino al 2021. Per alberghi e agriturismi: detrazioni al 65%.”

  1. Aumento detrazioni del 50% per gli interventi sulla ristrutturazione edilizia è stata prorogata fino al 31 dicembre 2017.

Tra questi lavori di ristrutturazione rientrano gli impianti fotovoltaici e i sistemi d’accumulo.

  1. Aumento detrazioni del 65% per la riqualificazione energetica prorogata anche questa fino al 31 dicembre 2017.

A queste detrazioni ne hanno diritto condomini e imprese che hanno sostenuto le spese per:

– Risparmio energetico per il riscaldamento;

– l’installazione di pannelli solari

– la sostituzione di impianti a climatizzazione invernale (caldaie, pompe di calore)

Le novità si trovano soprattutto per i condomini e solo per questi le detrazioni del 65% sono state approvate fino al 2021.

Per dirla tutta la Legge di Stabilità 2017 crea un super ammortizzamento del 140% dove rientrano in pratica tutti coloro che hanno intenzione di acquistare macchinari per interventi legati all’energia rinnovabile (ad esempio fotovoltaico e solare termico) e quelli per la riqualificazione energetica (come pompe di calore).

In conclusione, chi vuole fare fotovoltaico, dovrebbe fare la richiesta per le detrazioni entro la fine del l’anno. I vantaggi di questa decisione sono evidenti.

Gli interventi incentivabili

  1. Interventi di incremento dell’efficienza energetica in edifici esistenti (RISERVATI ALLE PA), coibentazione pareti e coperture; sostituzione serramenti; installazione schermature solari;

Trasformazione degli edifici esistenti in “nZEB”; illuminazione d’interni; tecnologie di building automazioni e domotica.

Sostituzione di impianti esistenti per la climatizzazione invernale con impianti a più alta efficienza come le caldaie a condensazione.

  1. Interventi di piccole dimensioni di produzione di energia termica da fonti rinnovabili e di sistemi ad alta efficienza, Sostituzione di impianti esistenti con generatori alimentati a fonti rinnovabili: pompe di calore, per climatizzazione anche combinata per acqua calda sanitaria; caldaie, stufe e termo-camini a biomassa; sistemi ibridi a pompe di calore.

Insomma, gli incentivi si possono chiedere come: cittadini privati, amministrazioni pubbliche e condomini. Mentre i collettori solari non dovrebbero superare i 50 mq.

Le detrazioni fiscali invece per coloro che intendono avvalersi del conto termico possono avere detrazioni fiscali di 50% fino al 31 dicembre 2017. Messa questa detrazione in pratica avrete il 55% della spesa sostenuta viene diviso per 10 e ogni rata può essere detratta dalle tasse per 10 anni.

Queste sono le ultime notizie dal Ministero per quello che riguarda il fotovoltaico e le energie eco sostenibili. Negli anni futuri si possono verificare altri cambiamenti e dovremmo tenerci a corrente con i cambiamenti nel caso non siete ancora decisi di creare energia a impatto zero.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here