Caldaia a Condensazione Ibrida: Come Funziona e Perché Conviene

Caldaia a Condensazione Ibrida: Come Funziona e Perché Conviene
Rate this post

Le persone nel Regno Unito devono iniziare a pensare di collegare una pompa di calore elettrica alla caldaia a gas che riscalda la casa. Circa 10 milioni di case nel Regno Unito hanno bisogno di installare tali sistemi entro il 2035 per ridurre le emissioni di gas serra, dice un rapporto della commissione per i cambiamenti climatici del Regno Unito , l’organismo esperto che consiglia al governo su come raggiungere i suoi obiettivi climatici.

“Stiamo parlando di un lancio su larga scala”, afferma David Joffe del CCC, che sta installando un sistema di questo tipo nella sua stessa casa.

Caldaia a Condensazione Ibrida: Come Funziona e Perché Conviene

Efficienza Energetica, Risparmio in Bolletta ed Ecosostenibilità

L’installazione di questi sistemi ibridi in una casa dovrebbe ridurre il consumo di gas naturale del 70% o più. A lungo termine, l’approvvigionamento di gas potrebbe essere convertito in idrogeno per ridurre ulteriormente le emissioni e entro il 2050 le pompe di calore elettriche potrebbero sostituire completamente il gas.

Ma i sistemi di riscaldamento ecologici non saranno economici. Mentre i costi di gestione dei sistemi ibridi dovrebbero essere simili, i costi iniziali sono più alti. Joffe dice che i suoi sistemi costeranno circa £ 7000, con sovvenzioni disponibili per coprire £ 4000 di questo.

“Le persone non vorranno sborsare soldi extra”, dice. Invece, il governo deve agire per incoraggiare l’adozione di sistemi di riscaldamento più ecologici. Ciò potrebbe significare cambiare le cose per renderle molto più economiche delle alternative – o addirittura renderle obbligatorie.

Funzionamento e composizione di una caldaia a condensazione ibrida

“A seconda dello sviluppo di apparecchi pronti per l’idrogeno e del premio di costo rispetto alle caldaie a gas naturale, il governo dovrebbe prendere in considerazione la possibilità di mettere a punto apparecchi di riscaldamento pronti per l’idrogeno entro la metà del 2020, analogamente al successo della fornitura di caldaie a condensazione 20 anni prima”. .

È chiaro che il mondo ha urgentemente bisogno di passare a modi puliti e verdi di riscaldamento e raffreddamento degli edifici . Per raggiungere questo obiettivo occorre fare tre cose, afferma Richard Lowes dell’Università di Exeter, nel Regno Unito, che studia politica energetica. “Ridurre la domanda con la fornitura di efficienza energetica, elettrificare il calore con le pompe di calore e far crescere le reti di calore in aree urbane densamente popolate”.

La Svezia ha ridotto le emissioni di riscaldamento del 90 percento in questo modo. Ma ci sono problemi con il passaggio direttamente alle pompe di calore, che funzionano usando l’energia elettrica per estrarre energia termica dall’aria, terra o acqua, proprio come il tuo frigo estrae il calore dall’interno. Ad esempio, riscaldano l’acqua a temperature intorno ai 20 ° C più basse rispetto alle caldaie tradizionali, quindi possono richiedere radiatori più grandi e altri costosi cambiamenti alle case.

Funzionamento e composizione di una caldaia a condensazione ibrida

Come funziona la Caldaia a Condensazione Ibrida?

Inoltre, nei paesi che dipendono quasi interamente dai combustibili fossili per il riscaldamento, come il Regno Unito e i Paesi Bassi, il passaggio interamente all’elettricità porterebbe a un massiccio aumento della domanda di elettricità nelle fredde giornate invernali. E si prevede che la domanda di elettricità aumenterà mentre le persone passano ai veicoli elettrici.

Mentre i sistemi di riscaldamento ibridi non riducono completamente le emissioni, potrebbero facilitare la transizione. Possono riscaldare l’acqua alla stessa temperatura dei sistemi esistenti, quindi non è necessario cambiare i radiatori. “Non richiede cambiamenti così disastrosi”, afferma Joffe.

E quando la domanda di elettricità aumenta nei giorni freddi, tali sistemi possono funzionare interamente con gas naturale o idrogeno. “È una soluzione davvero entusiasmante”, afferma Joffe. “Non vedo l’ora di ottenere il mio.”

Non tutti i sistemi di riscaldamento sono modellati o fatti funzionare nelle stesse condizioni, il che è il motivo per cui i sistemi di caldaia ibrida funzionano molto bene nel nostro mercato. Nella struttura di un sistema di caldaia ibrida, la caldaia a condensazione è dimensionata per il 20-25% della capacità di riscaldamento totale e le caldaie senza condensa sono dimensionate per il restante 75-80%. Nella maggior parte dei casi, solo il 20% della capacità di riscaldamento viene utilizzato l’80% delle volte durante la stagione di riscaldamento. L’80% della capacità totale viene utilizzato solo il 20% delle volte. Ciò si traduce in una caldaia a condensazione più duratura ed efficiente che trasporta la maggior parte del carico, con il risultato di una vita molto più lunga per l’intero sistema.

Tipologie e costi dei modelli di Caldaie Ibride in commercio

Nella maggior parte dei mercati in questi tempi di incertezza economica, stiamo vedendo che la sostituzione dei sistemi di riscaldamento sta crescendo a un ritmo molto più veloce rispetto ai nuovi progetti di costruzione. I sistemi più vecchi strutturati per 20 ° ΔT con ventilconvettori da 160 ° a 180 ° non sopporterebbero le temperature più basse necessarie per giustificare l’uso di tutte le caldaie a condensazione nella maggior parte dei casi. Un’altra regola generale per la strutturazione dei sistemi ibridi di caldaia è dimensionare la pompa sulla caldaia a condensazione per un 60 ° ΔT e le caldaie senza condensa a 30 ° ΔT. L’uso di un ΔT più elevato nella caldaia a condensazione previene il breve ciclo quando è richiesto solo un calore minimo. Troviamo che la maggior parte dei sistemi di riscaldamento esistenti non sono modellati con portate adeguate quando tutte le zone di riscaldamento sono soddisfatte o quando vengono aggiunti azionamenti a frequenza variabile alle pompe secondarie esistenti.

Tipologie e costi dei modelli di Caldaie Ibride in commercio

Un’altra regola generale per la strutturazione dei sistemi ibridi di caldaia è dimensionare la pompa sulla caldaia a condensazione per un 60 ° ΔT e le caldaie senza condensa a 30 ° ΔT. L’uso di un ΔT più elevato nella caldaia a condensazione previene il breve ciclo quando è richiesto solo un calore minimo. Troviamo che la maggior parte dei sistemi di riscaldamento esistenti non sono modellati con portate adeguate quando tutte le zone di riscaldamento sono soddisfatte o quando vengono aggiunti azionamenti a frequenza variabile alle pompe secondarie esistenti. Un’altra regola generale per la strutturazione dei sistemi ibridi di caldaia è dimensionare la pompa sulla caldaia a condensazione per un 60 ° ΔT e le caldaie senza condensa a 30 ° ΔT. L’uso di un ΔT più elevato nella caldaia a condensazione previene il breve ciclo quando è richiesto solo un calore minimo. Troviamo che la maggior parte dei sistemi di riscaldamento esistenti non sono modellati con portate adeguate quando tutte le zone di riscaldamento sono soddisfatte o quando vengono aggiunti azionamenti a frequenza variabile alle pompe secondarie esistenti.

Abbiamo recentemente incorporato l’uso di separatori idraulici per il concetto di sistema di caldaia ibrida. Il separatore idraulico aiuta non solo ad adeguare la portata al sistema, ma anche a proteggere le caldaie a condensazione a bassa velocità dall’aria e dalla sporcizia presenti nelle tubazioni dell’impianto. Indipendentemente dalle portate operative del circuito secondario o dall’interruzione del flusso del sistema a causa di riparazioni o interventi di manutenzione aggiuntivi, le caldaie sono protette. Con il costante aggiornamento dei controlli HeatNet® di Mestek per distinguere tra caldaie ad alta massa (Hydrotherm KN) e a bassa massa (RBI Futera III), il sistema di caldaia ibrida supererà di molto il ritorno sull’investimento rispetto ai sistemi che utilizzano solo caldaie a condensazione.

Related posts

Pompa di Calore Acqua Acqua

Pompa di Calore Acqua Acqua

Rate this post I sistemi scaldabagno a pompa di calore (HPWH) estraggono il contenuto energetico da una fonte di calore, solitamente aria, per riscaldare efficacemente l’acqua. A seconda delle temperature dell’acqua fredda e dell’aria ambiente e dei modelli di utilizzo di acqua calda, gli HPWH fanno lo stesso lavoro degli...

Read More